Gaeta 11 giugno 2017 

“Sono contento, è stata una funzione semplice e sentita”. Così si è espresso l’arcivescovo di Gaeta Mons Luigi Vari, che ci ha onorato presiedendo la concelebrazione eucaristica di mezzogiorno. I fedeli presenti hanno prestato una particolare attenzione all’omelia del vescovo, biblista. Egli ha ricordato che nella storia della salvezza Dio si è manifestato in diversi momenti come Padre che ci ama. Si è soffermato su Mosè che risale al monte Sinai, dopo che il popolo si era costruito il vitello d’oro. Invece della punizione, il Signore si mostra come “Dio misericordioso e pietoso”. Anche oggi il Signore usa misericordia verso quanti sbagliano creandosi idoli falsi.

Oltre che all’Arcivescovo, il nostro grazie va al coro della cattedrale di Gaeta, che sotto la direzione del maestro Attilio Damante, ha intonato canti più comuni, accompagnati da quanti hanno partecipato alla funzione.

Il rettore nel salutare Mons. Vari ha ricordato che “il PIME fin dalle sue origini, sia al nord che al sud, è nato come espressione della missionarietà della Chiesa locale. Un motivo in più per operare in sintonia con il Presule locale”.

Terminata la messa, Sua Eccellenza e il segretario don Alessio Tomao hanno preso parte all’aperitivo offerto al coro dal personale della casa e al pranzo della comunità.

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 

Mondo e Missione

Vai all'inizio della pagina