Inaugurazione parco p. Faccioli

Sabato 17 giugno 2017, in occasione della 11° Festa Africa organizzata dall'Associazione Semi di Speranza Onlus, è stato intitolato alla memoria di padre Mario Faccioli, PIME (1922-2015) il parco urbano di via Cavallotti a Occhiobello (Rovigo). Ecco le parole di Mons. Pedro Carlos Zilli, vescovo di Bafatá, Guinea-Bissau, subito dopo la celebrazione eucaristica all'aperto, nel parco di Occhiobello.

Cari amici, prima di tutto vorrei ringraziare l’Associazione “Semi di Speranza Onlus” per la bellissima iniziativa, di intitolare, in occasione della 11ª Festa Africa, alla Memoria di P. Mario Faccioli, il parco urbano di via Cavallotti a Occhiobello. Auguri per l’11a Festa Africa e per tutto quello che fate per la Missione. Saluto il Sindaco Daniele Chiarioni, i Parroci Don Guido e Don Alberto e tutta la Comunità. Saluto la famiglia di P. Mario Faccioli. Saluto le Associazioni che hanno contribuito alla realizzazione di questa bellissima festa.

Saluto gli amici di Verona che sono qui con noi: Don Sergio Marcazzani, Dr. Serafino Sordato, Presidente della Rete Guinea Bissau e amici della Guinea-Bissau. Saluto i miei confratelli del PIME: P. Carlo Tinello, Superiore Regionale Italia, P. Dionisio Ferraro e P. Giovanni Musi, missionari in Guinea-Bissau per lunghi anni e l’amico Antonio Lange che ci ha accompagnati da Busto Arsizio. Porto il saluto di Mons. José Câmnate, Vescovo di Bissau, del PIME in Guinea e tutto il PIME. Porto il saluto dei cristiani e della gente della Guinea.

Sono arrivato in Guinea-Bissau, come missionario del PIME nel mese di luglio del 1985. Ho avuto la fortuna di incontrare grandi missionari, tra cui Mons. Settimio Arturo Ferrazzetta, francescano, di Selva di Progno, Verona, vescovo della Diocesi di Bissau, a quel tempo l’unica diocesi guineana; P. Giuseppe Fumagalli, P. Mario Baruffaldi, P. Giuseppe Ronchi, P. Giovanni Musi, P. Dionisio Ferraro, P. Leopoldo Pastori e tanti altri. P. Faccioli era uno di loro. Un riferimento importante per tutti noi. Andavamo da lui a sfogarci, confessarci, riflettere sulla missione…! Un papà per tutti noi, più giovani, che volevamo iniziare bene un percorso missionario.

Come dicevo ieri sera, durante l’adorazione al Santissimo Sacramento e le testimonianze sulla missione, mi piace, nel PIME, la scelta Ad Vitam per la missione. Ad Vitam non solo nel tempo, ma in profondità. Si parla di “una vita per la missione riferendosi ai grandi missionari del PIME e ad altri, come Mons.Settimio.”. Mi piace questo: “una vita per la missione”. Pe. Faccioli è stato uno di quei grandi che hanno dato la vita per la missione. So che lui è stato sempre amato dalla comunità di Occhiobello. Ieri sera, anche oggi, ho potuto constatare l’amore della sua famiglia e della comunità per lui. Anche in Guinea tutti gli volevamo bene e ci ricordiamo ancora oggi della sua armonia spirituale e umana che ci rasserenava tutti e che indicava un cammino sempre migliore da intraprendere.

In un tempo di crisi di valori, di relativismo, di scelte corte, di fede un po’ abbassata di livello, P. Mario ci insegna che è possibile vivere una vita per il Signore, per la missione, per i fratelli più bisognosi.

La targa che adesso verrà scoperta dando nome al Parco con il suo nome, è segno che la testimonianza di una grande persona non si perde: resta nella preghiera, nel cuore, nella memoria di tanta gente.

Ringraziando per l’invito che mi è stato fatto da “Semi di Speranza ONLUS” per essere qui, prego il Signore perché tanti giovani possano seguire l’esempio di P. Mario Faccioli e di tanti altri missionari e benefattori che si impegnano per i beni degli altri, tanto vicini come lontani.

Vi saluto tutti.

Mons. Pedro Carlos Zilli

 

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 

Mondo e Missione

Vai all'inizio della pagina