Pochi giorni fa, il 24 agosto, a SOUL, in onda su Tv 2000, con la conduzione di Monica Mondo, è stato ospite padre Mario Ghezzi, attuale direttore del Centro Pime di Milano, per quasi vent’anni (dal 1999 al 2017) missionario in Cambogia.

Padre Ghezzi ha raccontato gli inizi della sua vocazione a Cinisello Balsamo, la destinazione in Cambogia («mi erano state prospettate la Guinea Bissau e le Filippine, ma io ero affascinato da una terra dove l’annuncio cristiano partiva da zero»), un Paese dove i cattolici sono circa 20mila su 14 milioni di abitanti. La maggior parte di essi è scampata alle persecuzioni terribili dei Khmer rossi.

Padre Mario ha raccontato come ha costruito una piccola comunità cristiana a Phnom Penh (dove, alcuni anni dopo il suo arrivo, ha potuto celebrare nella prima chiesa riaperta dopo la dittatura di Pol Pot), puntando tutto sul creare rapporti di amicizia, gratuita e sincera. È quella – ha spiegato – la via maestra per testimoniare la novità evangelica in un contesto culturale segnato dalla spiritualità buddista, che tende a escludere i diversi, gli ultimi, segnati dal “kharma” negativo e quindi impossibilitati ad elevarsi e perciò esclusi dalla vita sociale.

Padre Ghezzi, oltre a illustrare il lavoro della Chiesa cattolica in ambito scolastico e sociale, ha poi raccontato l’ultima fase della sua permanenza in Cambogia, dove ha contribuito a far nascere una nuova comunità cristiana in una zona periferica della capitale dove non esisteva nessuna presenza cattolica in precedenza.

 

Qui è possibile rivedere la puntata di Soul.

https://www.youtube.com/watch?v=dPUjkAt6DVs

 

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 

SCHEGGE DI BENGALA

Il Blog di P. Franco Cagnasso

LETTERA DALLA MISSIONE

Il Blog di P. Silvano Zoccarato

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Leggi di più