P. COSTANZO DONEGANA (1940 - 2017)

ITS 64-78; CA 79-80; ITS 80-88; BRS 88-08; DE.GE. 08-15; IT 15-17

La notte di sabato 8 luglio, alle ore 01:20, P. Costanzo Donegana, dopo una lunga malattia, è deceduto all’ospedale di Lecco. Aveva 77 anni.

Era nato a Moltrasio (CO) il giorno 11 febbraio 1940. Entrato prima nel seminario della Diocesi di Como, vi rimane fino alla prima teologia, per poi passare al PIME. Ne era diventato membro il 29 marzo 1963. Veniva ordinato sacerdote il 14 marzo 1964.

Continua gli studi a Roma presso l’università Angelicum conseguendo la licenza in teologia (1965); dal 1965 frequenta la facoltà di storia ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana, conseguendo la licenza (1967). Mentre è membro dell’équipe formativa presso il seminario di Monza, insegna storia della Chiesa sia a Monza come a Milano. Pur continuando l’insegnamento in seminario, prosegue le ricerche presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma in vista della laurea. Nel 1974 è nominato rettore della Casa di Busto, continua l'insegnamento della storia della Chiesa e finalmente nel 1977 consegue la laurea in Storia della Chiesa alla Gregoriana. Frequenta dei corsi di etnologia e antropologia presso l’Institut Catholique di Parigi in vista della destinazione al Camerun (1979).

Per un breve periodo era stato in missione in Camerun, nell’allora missione di Ambam, ma aveva dovuto far ritorno in Italia a causa di problemi di salute.

Negli anni passati in Italia e in Brasile, si era dedicato alla collaborazione attiva con le riviste del PIME, prima con “Mondo e Missione” (settori Africa e America Latina), e poi, una volta a San Paolo, Brasile, collabora alla fondazione della rivista “Mundo e Missão”. Era in lui innata la capacità di scrivere in stile elegante, chiaro ed avvincente. Anche negli anni trascorsi ultimamente a Roma come responsabile dell’Ufficio Storico dell’Istituto (dal 31 agosto 2009), si era evidenziato questo suo dono di “scrittore” attraverso la pubblicazione di tanti articoli e la cura nella riedizione della vita di Mons. Ramazzotti.

Il suo entusiasmo per le missioni era costantemente presente nella sua vita attraverso la sua capacità di comunicazione e la facilità nell’istaurare rapporti di amicizia con tutti.

Dopo un breve periodo di animazione missionaria presso la casa di Mascalucia, per motivi di salute, aveva dovuto trasferirsi presso la casa di Rancio di Lecco, dove ha terminato la sua vita terrena.

Lo affidiamo alla misericordia del Padre, perché gli conceda la pace e la felicità eterna.

I funerali saranno lunedì, 10 luglio alle ore 9.30 nella casa del PIME di Rancio di Lecco. La salma verrà poi sepolta presso il cimitero del PIME a Villa Grugana.



 

 

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 
Vai all'inizio della pagina