La fraternité universelle pour un dialogue de vie et des œuvres entre les chrétiens et les musulmans. Fondement et finalités

di Luca Dal Bo

Groupe CCEE, Aubagne (France) 2017 - pagine 289

 

L'autore di questo testo utilizza la sua esperienza e conoscenze per riorganizzare e rimotivare il lavoro pastorale nel dialogo con l’islam senza tuttavia rinunciare a testimoniare la sua fede.

Nella prefazione l'autore scrive: "Questo lavoro non presenterà niente di nuovo, cercherà di parlare della fraternità universale, tema quasi alla moda nei documenti della Chiesa cattolica e nei discorsi di tutti: politici, uomini e sapienti religiosi, sociologi, laici. Tutti ne parlano ma il viverlo diventa un impegno che prende del tempo, dello spazio e delle precauzioni. Tuttavia numerose associazioni, cristiane o non, cercano di mettere in pratica il Vangelo, il Corano, il buon senso e organizzano incontri in cui si propongono delle esperienze attraverso cui apprendere a essere fratelli senza perdere la propria specificità. In questo lavoro cercheremo di dare fondamenta religiose alla fraternità universale; presenteremo anche il dialogo della vita e delle opere come un modo privilegiato per incontrarsi e vivere la fraternità.

Questo lavoro è destinato a tutti i credenti che, per una ragione o per un’altra, si impegnano nel dialogo interreligioso, è destinato a tutti coloro che già impegnati ne escono feriti o scoraggiati, e che tuttavia, credono che non bisogna rinunciare a continuare a incontrarsi e a mettere le basi per vivere insieme per vedere una fraternità universale.

Questo lavoro infine è destinato a tutti coloro che non credono affatto al dialogo interreligioso dal momento che credono che la verità abita in loro. Per fare in modo che essi possano essere più disponibili e condividere la loro verità con gli altri, perché tutti noi abbiamo bisogno di essere illuminati e comprendere Dio, di amarlo e avvicinarci a Lui".

 

Padre Luca Dal Bo, missionario del PIME in Camerun e Ciad, svolge la sua missione in un ambiente a maggioranza musulmano. Molto attivo nel dialogo interreligioso ed ecumenico, ha vissuto gli ultimi anni in Francia per approfondire le sue conoscenze in materia all'Institut de Scienze et Théologie des Religions di Parigi.

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 
Vai all'inizio della pagina