Skip to main content

QUI POSTULAZIONE #22 ▪ Ricordando Padre Salvatore Carzedda (1943-1992)

Martire del dialogo interreligioso, Padre Salvatore Carzedda è morto nelle Filippine il 20 maggio di trentadue anni fa. Quel giorno tornava in auto a casa al termine di un seminario tra cattolici e musulmani organizzato da Silsilah, il movimento per il dialogo che aveva fondato assieme al confratello Sebastiano D’Ambra.

A ucciderlo con diversi colpi pistola a Zamboanga, sull’isola di Mindanao, sono stati due integralisti islamici che con le loro moto hanno affiancato l’autovettura che guidava, schiantatasi poi contro un palo della luce.

La sua salma, onorata anche dai musulmani prima di lasciare le Filippine, ora riposa nel cimitero di Bitti, la cittadina nel nuorese dove è nato ed è stato anche ordinato sacerdote nel 1971.

Ben lontano dall’essere uno strumento di conversione, ma considerato come l’unica strada per costruire una società nuova anche nella pluralità delle confessioni, il dialogo interreligioso è stato per lui il punto fermo per la sua missione nelle Filippine. Tanto da aver sfruttato i tre anni della trasferta negli USA per motivi d’Istituto, per frequentare la facoltà di Missiologia della Catholic Theological Union e laurearsi difendendo la tesi: Il Gesù del Corano alla luce del Vangelo. Alla ricerca di una via per il dialogo.

Tesi universitaria, poi stampata da Silsilah, nella quale Padre Carzedda ha espresso così l’auspicio a lui caro: «I musulmani sul Nuovo Testamento e i cristiani sul Corano dovrebbero cominciare a fare i conti con una nuova comprensione di quanto i Libri Sacri rappresentano. Entrambi sbaglierebbero ad abbandonare la sfida del dialogo e l’esperienza dell’incontro a causa delle incongruenze tra le due fedi. Il mio tentativo è invece quello di facilitare una nuova comprensione e un nuovo ascolto reciproco, senza livellare le differenze tra le tradizioni religiose. E a guidarmi è la convinzione che il dialogo con l’Islam è possibile e necessario per porre fine alle dolorose incomprensioni che vanno avanti da secoli».

  • Creato il .