Italia - P. Adriano Cadei (1932-2020)

Nella sera del 3 novembre, poco dopo le 19, presso la Casa di Rancio di Lecco è morto il nostro caro confratello P. Adriano Cadei. Da tempo soffriva per un tumore al midollo osseo. Aveva 88 anni. Proprio alcuni giorni fa, aveva ricevuto la visita della sorella.

Padre Cadei nasce a Varese il 15 giugno 1932, da Vittorio e Lina De Bernardi. Compie gli studi nei seminari di Milano, ottenendo il baccellierato in teologia nel seminario diocesano di Venegono nel 1953. Entrato in quell’anno nell’Istituto, a Villa Grugana, emette il giuramento il 25 giugno 1955 ed è ordinato presbitero a Milano dal card. G. B. Montini il 28 giugno 1956. Subito destinato alla Birmania, in attesa del visto di ingresso, svolge un servizio per l’Istituto a Treviso e trascorre un periodo di tempo negli USA per lo studio dell’inglese. Arriva a Kengtung nel mese di febbraio del 1958. Svolge l’attività missionaria tra i Kachin, a Kutkai (Lashio). Come conseguenza del Colpo di Stato nel 1962, alcuni anni dopo è costretto a lasciare la Birmania e nel 1966 ritorna in Italia per un periodo di riposo e di animazione missionaria. In attesa di una nuova destinazione, frequenta dei corsi di liturgia a Roma presso l’Istituto S. Anselmo (anno accademico 1969-70) e nel 1970 raggiunge la sua nuova missione nelle Filippine, svolgendo attività pastorale a Manila-Tondo (1970-72) e successivamente a S.ta Cruz-Laguna (1972-77). Dalle Filippine è trasferito negli Stati Uniti, dove, oltre a svolgere attività pastorali, è direttore spirituale nel seminario del PIME a Newark. Nel 1981 è chiamato in Italia, prima a Sesto Fiorentino (1981-85) e poi a Busto Arsizio (1985-87). Terminato il servizio in Italia, è destinato alla Papua Nuova Guinea (Isole Trobriands), dove rimarrà fino al 1990. Richiamato in Italia, è destinato a Catania per l’animazione missionaria, e poi nuovamente negli Stati Uniti e in Italia a Mascalucia. Da un paio di anni risiedeva nella Comunità di Rancio di Lecco.
Legato fin da giovane al Movimento dei Focolari era un missionario disponibile (Ubi voluntas Dei ibi Padre Cadei, era uno dei suoi motti preferiti), che ha espresso sempre il suo desiderio di ritornare in missione, rendendosi comunque disponibile anche per altri servizi.

Le lettere da lui scritte e conservate in Archivio, portano i nomi di città, Paesi, mari e isole di ogni parte del mondo: impossibile sceglierne una e presentarla. Dalla prima, scritta da Villa Grugana quando chiede di essere ammesso al PIME, trascrivo solo alcune parole: “faccio promessa di fedeltà al PIME, un’armata di persone scelte per il servizio di Dio, di cuori mobilitati da Cristo per la dilatazione del Suo Regno, per il trionfo del Suo Amore. La Vergine santissima, Regina degli Apostoli, mi aiuti ad essere sempre fiero di tale sublime missione.”

Il funerale di P. Cadei si celebrerà a Rancio, giovedì 5 novembre, alle ore 9.30; seguirà poi la sepoltura al Cimitero di Villa Grugana.
Non essendo possibile essere presenti alle esequie a causa dell’emergenza sanitaria, ci uniamo spiritualmente in preghiera.

  • Creato il .
Condividi
FaceBook  Twitter  

© Copyright Pontificio Istituto per le Missioni Estere - P.I.M.E.

Direzione Generale: Via Monte Rosa, 81 20149 Milano - Italia - Tel. 02 438201 Fax 02 43822699